Dieselgate, migliaia di decessi in Europa

(Teleborsa) – Il Dieselgate in Europa ha causato quasi 5 mila morti all’anno, di cui un quarto solo in Italia. Lo afferma uno studio scientifico pubblicato sulla rivista “Environmental Research Letters” sui decessi riconducibili all’inquinamento nell’aria.

Secondo la ricerca, le emissioni di ossido di azoto avrebbero portato a morte prematura circa 10 mila persone in tutta Europa, un numero che si sarebbe potuto dimezzare qualora il limite per la particella killer fosse stato effettivamente rispettato dalle case automobilistiche. I più colpiti sono stati gli italiani (ben 1250 casi), seguiti dai tedeschi (960) e dai francesi (680), ovvero gli abitanti dei paesi più popolosi e con la più larga quota di mezzi a propulsione Diesel sul totale.

Per gli autori dell’articolo, il primato del Belpaese (al vertice anche nella classifica complessiva, con 2810 decessi) riflette “la situazione molto negativa dell’inquinamento specialmente nel Nord Italia, densamente popolato”. Lo scandalo, oltre a Volkswagen , ha coinvolto recentemente anche Peugeot.

Dieselgate, migliaia di decessi in Europa