Dieselgate: FCA frena a Piazza Affari, pesa l’inchiesta francese

(Teleborsa) – Aggressivo avvitamento per il Lingotto, che tratta in perdita del 2,41% sui valori precedenti.

Driver principale del ribasso sono le indiscrezioni stampa riguardanti l’inchiesta aperta dalla procura di Parigi per l’emissione di alcuni motori diesel del gruppo automobilistico.  

Un portavoce di FCA, ha precisato che la notizia degli accertamenti avviati dalla magistratura francese, non è una novità visto che lo scorso 6 febbraio l’Autorità aveva comunicato ufficialmente la decisione di trasmettere la documentazione su FCA alla magistratura. 

Lo status tecnico di Fiat Chrysler mostra segnali di peggioramento con area di supporto fissata a 9,62 Euro, mentre al rialzo l’area di resistenza è individuata a 10,09. Per la prossima seduta potremmo assistere ad un nuovo spunto ribassista con target stimato verosimilmente a 9,34.

 

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieselgate: FCA frena a Piazza Affari, pesa l’inchiesta francese