Di Maio: “Manovra dà un taglio alle agevolazioni per le banche”

(Teleborsa) – “Uno dei settori a cui tagliamo le agevolazioni sono le banche che ne hanno ricevute fin troppe in questi anni e adesso ne cominceranno ad avere un po’ di meno”. Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio in un messaggio su Facebook diffuso al termine del vertice di Governo che ha messo nero su bianco la Nota di aggiornamento al DEF (Documento Economia e Finanza). Il taglio delle agevolazioni alle banche è un vecchio e sempreverde leitmotiv dei cinquestelle presente nello schema per arrivare alle coperture del reddito di cittadinanza. Misura speculare ai rimborsi ai risparmiatori truffati a cui è stato destinato un fondo da 1,5 mld.

Il vicepremier non ha mai fatto mistero di puntare molto sul reddito di cittadinanza. Provvedimento che il MoVimento 5 stelle ha sempre ritenuto “imprescindibile”. E dopo il reddito anche la “pensione di cittadinanza centri per l’impiego e fondo per i truffati dalle banche: sono le misure che verranno finanziate nel 2019, 2020 e 2021” ha aggiunto. “Abbassiamo gli obiettivi di deficit, senza penalizzare i piani fondamentali di una Legge di bilancio che per la prima volta ripaga il popolo italiano di tante ruberie e tanti sprechi. C’è un abbassamento dell’IRES per le imprese che investono e assumono e più stabile è il contratto più si abbasserà l’IRES. Aiuti alle Partite IVA soprattutto per i giovani e ancora l’IRES verde con la formula: meno inquini meno paghi”. Una vecchio cavallo di battaglia cinquestelle che si sposa bene con la promessa di ridurre delle agevolazioni sul gasolio con l’obiettivo di colpire i petrolieri e prevedere incentivi per la mobilità elettrica.

“E’ una grande Manovra quella che abbiamo ottenuto. Nella Manovra c’è tutta la storia del Movimento 5 stelle. Ci sono i soldi per abbassare le tasse alle imprese”.

Di Maio: “Manovra dà un taglio alle agevolazioni per le ba...