Di Maio: “Il 2019 sarà l’anno del cambiamento”

(Teleborsa) – “Il Governo è sotto attacco, ma se teniamo duro nel 2019 i cittadini si accorgeranno del cambiamento”. Lo ha detto il Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio, intervenuto oggi a margine della cerimonia di inaugurazione del nuovo servizio Mercitalia Fast del Gruppo FS Italiane.

A proposito degli attacchi che l’esecutivo giallo-verde sta ricevendo in questi giorni, Di Maio ha parlato di “Governo sempre più unito e compatto, possiamo cambiare veramente l’italia. Se teniamo duro il 2019 sarà l’anno del cambiamento. Molti cittadini cominceranno a percepire pensione e reddito di cittadinanza, altri potranno andare in pensione con la quota 100. Dobbiamo tenere duro, sono dei giorni difficili perché stanno tentando di fermare questo governo in tutti i modi. E non mi riferisco a poteri occulti, ma a chi non vuole dimostrare che un’altra possibilità esiste per cambiare le cose, senza tagliare diritti e servizi ai cittadini”.

Nel corso del suo intervento il vicepremier ha parlato anche di TAP, alta velocità ed inquinamento. Su quest’ultimo argomento, incalzato dai giornalisti, Di Maio ha parlato dell’ennesimo rogo di depositi di materiali e rifiuti a Marcianise (l’evento si è tenuto proprio nello scalo ferroviario del comune campano). A chi gli ha chiesto se sono previste misure per evitare che la zona sia ancora chiamata “Terra dei fuochi”, il leader pentastellato ha risposto che “il fenomeno degli incendi sta interessando tutta la nazione e specialmente la Terra dei fuochi. Infatti a tal proposito il ministro dell’Ambiente Costa ha pronta una serie di interventi che aumentino controlli e responsabilità, perché questi depositi non è un caso che vadano a fuoco in maniera sistematica. Ci stiamo vedendo chiaro, non dobbiamo fare sconti a nessuno perché quello che sta succedendo non può essere relegato solo come serie di incidenti”.

Di Maio: “Il 2019 sarà l’anno del cambiamento”