Deutsche Bank senza limiti…perde soldi anche per errore

Deutsche Bank ce la sta mettendo tutta per riguadagnare competitività e reputazione, ma c’è da dire che la ruota della fortuna non stia girando dalla sua parte ultimamente o almeno non nell’ultimo periodo.

All’inizio di quest’anno la banca è stata multata per 2,5 miliardi di dollari per il suo ruolo nella vicenda della manipolazione dei tassi Libor che ha portato, nel mese di giugno, alle dimissioni di due amministratori: Juergen Fitschen e Anshu Jain.

Poi, la banca tedesca ha anticipato che chiuderà il terzo trimestre con una maxi perdita che ha messo in dubbio persino la distribuzione del dividendo. Si tratta di un rosso monstre da oltre 6 miliardi di euro, ma in attesa dei dati definitivi che saranno pubblicati alla fine di questo mese, già c’è chi dice che l’importo sarà molto più elevato.

Ora, il neo Amministratore Delegato della banca tedesca, John Cryan, è stato messo sotto pressione per riformare Deutsche Bank: una radicale ristrutturazione, una “riorganizzazione fondamentale” che ha richiesto “decisioni molto difficili” ha spiegato Cryan.

Tutto sembrerebbe “sistemato” se non fosse per i 6 miliardi “pagati per errore” da un trader di Deutsche Bank a un hedge fund. E’ successo questa estate. Un giovane dipendente dell’ufficio cambi londinese di Deutsche Bank ha fatto partire per sbaglio un pagamento di sei miliardi di dollari a un fondo hedge cliente della banca. Secondo quanto riportato dall’agenzia Bloomberg, la banca tedesca pare che sia corsa subito ai ripari facendosi riaccreditare l’intera somma il giorno dopo, ma ha dovuto comunque segnalare l’accaduto all’autorità britannica che vigila sui mercati finanziari (Fca), alla Federal Reserve e alla BCE.

Deutsche Bank senza limiti…perde soldi anche per errore