Deutsche Bank patteggia sui subprime

(Teleborsa) – Deutsche Bank ha finalmente chiuso un impegnativo patteggiamento con le autorità statunitensi, impegnandosi a pagare una cifra di 7,2 miliardi di dollari, per chiudere la vertenza sui mutui subprime. Di fatto la multa è stata “dimezzata”: l’onere risulta infatti la metà di quello inizialmente comminato dal Dipartimento di Giustizia americano, che aveva chiesto 14 miliardi di dollari. La banca ha sborsato 3,1 miliardi di dollari quale sanzione, impegnandosi a restituire ai risparmiatori 4,1 miliardi sotto forma di agevolazioni ai finanziamenti per la casa.

La sanzione ha a che fare con i titoli tossici (bond garantiti da mutui subprime) collocati dalla banca tedesca, che contribuirono ad alimentare la crisi finanziaria del 2008. La notizia della maxi multa arrivata a metà settembre aveva rappresentato una doccia fredda per il gruppo tedesco, che aveva subito avviato colloqui finalizzati ad un patteggiamento.

Deutsche Bank patteggia sui subprime