Denaro sull’azionario europeo. Bene anche Milano

(Teleborsa) – Le Borse europee si confermano in rialzo a metà seduta, sostenuta dalla buona performance di Wall Street della vigilia e da alcune trimestrali migliori delle attese.

Tra queste spicca quella di Airbus, che oggi ha aggiornato i massimi di sempre grazie anche all’outlook positivo.

Dal fronte macroeconomico, da segnalare la discesa della bilancia commerciale dell’Eurozona e dell’Italia.

C’è attesa ora per l’avvio del mercato americano, che ieri ha bypassato i timori per una politica monetaria più stringente alla luce degli ultimi dati sull’inflazione USA, optando per una nuova tornata di acquisti massicci sull’azionario. I futures sui principali indici a stelle e strisce sono al momento positivi, anticipando un possibile avvio in verde per Wall Street.

Sul valutario l’Euro / Dollaro USA scende leggermente a 1,247 dopo aver bucato in intraday quota 1,25.

Tra le commodities, invece, l’Oro è sostanzialmente stabile su 1.351,1 dollari l’oncia mentre il petrolio (Light Sweet Crude Oil) si consolida a 60,58 dollari per barile, complice anche la crescita sotto le attese delle scorte di greggio negli Stati Uniti.

Lieve calo dello spread, che scende a 129 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 2,07%.

Tra le principali Borse europee Francoforte avanza dello 0,75%, Londra dello 0,56%, Parigi dell’1,10%.

Giornata di guadagni per la Borsa di Milano, con il FTSE MIB, che mostra una plusvalenza dello 0,99%; sulla stessa linea, in rialzo il FTSE Italia All-Share, che aumenta rispetto alla vigilia arrivando a 24.900 punti. Leggermente positivo il FTSE Italia Mid Cap (+0,48%), come il FTSE Italia Star (0,9%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari scattano in pole Fineco, che vanta un incremento del 3,51%, Moncler, con un progresso del 2,90% e Ferrari +2,78%.

Ancora denaro su Saipem (2,40%) grazie alla nuova commessa in Oman e alla ripresa delle quotazioni del greggio che oggi sta sostenendo anche gli altri titoli Oil.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Recordati -1,22%, su prese di beneficio e in scia al taglio del target price.

In rosso anche Campari, pure vittima degli analisti.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap c’è Maire Tecnimont, premiata (+2,85%) per la nuova commessa in Russia.

Bene anche Mutuionline (+2,81%), Reply (+2,80%) e Tod’s (+2,55%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Cementir, che lascia sul parterre il 4,85% dopo il rally della vigilia.

Denaro sull’azionario europeo. Bene anche Milano
Denaro sull’azionario europeo. Bene anche Milano