DEF, al via iter alla Camera

(Teleborsa) – Prosegue la marcia della Nota di aggiornamento al Def (Documento di Economia e Finanza) che, dopo il semaforo verde delSenato, oggi giovedì 10 ottobre, sbarca alla Camera.

Non sarà in manovra l’assegno unico per i figli – Nel corso della discussione di ieri, Antonio Misiani, viceministro all’Economia, ha annunciato che l’assegno unico per le famiglie, una misura per chi ha figli a carico, rimane un obiettivo, ma non verrà inserito nella prossima legge di Bilancio. Tradotto: si farà ma non in manovra.

CHIUSA STAGIONE DEI CONDONI – Altro passaggio interessante, quello sui condoni che “Non ci saranno in questa manovra, a differenza delle precedenti: chiudere la stagione di condoni e sanatorie è una delle misure più forti per il recupero di un ammontare di evasione che è elemento di ingiustizia sociale e sleale concorrenza degli attori”.

LOTTA ALL’EVASIONE FISCALE – Confermata poi la volontà di incentivare i pagamenti elettronici ma senza punire i consumatori. “Nessuna tassa sul contante”, come precisato anche dal Ministro dell’Economia Gualtieri, bollando l’ipotesi come “fake news”.

QUOTA 100 FINISCE NEL 2021 –Si cambia ancora sul fronte delle pensioni. “È intenzione del governo non rinnovare questa che è una misura strumentale e mandarla alla scadenza nel 2021. Abbiamo in mente un modello di flessibilità del sistema pensionistico diverso e ne discuteremo con le parti sociali”, ha concluso Misiani.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

DEF, al via iter alla Camera