Decretone, ok dalle Commissioni. Sì a riscatto laurea over 45

(Teleborsa) – Semaforo verde delle Commissioni Lavoro e Affari sociali della Camera sugli emendamenti al cosiddetto “Decretone” – il testo che tra le altre cose regola Reddito di cittadinanza e gli interventi sulla previdenza con Quota 100 – che hanno dato mandato al relatore per portare il provvedimento in Aula domani lunedì mattina, 18 marzo. Viste le modifiche avvenute rispetto al testo arrivato dal Senato, il decreto dovrà poi tornare alla camera alta per la seconda lettura e per essere approvato in via definitiva entro il 29 marzo. Tra gli emendamenti last minute quello della Lega che estende agli over 45 il riscatto dei periodi di studi (post 1996) in versione “light”.
Vediamo le principali novità.

PENSIONE DI CITTADINANZA ANCHE A NUCLEI CON DISABILI – Viene ampliata la platea della pensione di cittadinanza, che “può essere concessa anche nei casi in cui il componente o i componenti del nucleo familiare di età pari o superiore ai 67 anni convivano esclusivamente con una o più persone in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza”. Rivista anche la scala di equivalenza per questi nuclei con un beneficio maggiorato di 50 euro.

PATTO PER IL LAVORO ANCHE PER I WORKING POOR – Saranno considerati disoccupati e potranno quindi aderire al Patto per il lavoro e ricevere le offerte dai centri per l’impiego anche i lavoratori dipendenti e autonomi con un reddito inferiore alle detrazioni per lavoro dipendente.

INTESA CON REGIONI SU 3.000 NAVIGATOR – Recepita nel decretone l’intesa tra Governo e Regioni sui navigator che prevede un piano di assunzioni triennali. Nel 2020 ci saranno 3mila assunzioni per i centri per l’impiego e ulteriori 4.600 l’anno successivo. Viene stabilito inoltre uno stanziamento aggiuntivo pari a 340 milioni di euro nel triennio di cui 160 milioni l’anno prossimo, 130 milioni nel 2021 e 50 milioni il successivo.

EROGAZIONE PENSIONE DI CITTADINANZA ANCHE SENZA CARD – La Pensione di cittadinanza potrà essere erogata con modalita’ diverse dalla card e quindi “mediante gli strumenti ordinariamente in uso per il pagamento delle pensioni”.

STOP BENEFICIO PER ARRESTI E CONDANNE Arriva nel decretone la norma ribattezzata “anti-clan Spada” che sospende l’erogazione del reddito a coloro a cui “è applicata una misura cautelare personale” nonchè “al condannato con sentenza non definitiva”. Lo stop del beneficio riguarda anche il “richiedente dichiarato latitante” o “che si e’ sottratto volontariamente all’esecuzione della pena”. La sospensione “può essere revocata dall’autorità giudiziaria”.

STRETTA SUI FINTI GENITORI SINGLE – “Per evitare comportamenti opportunistici” in presenza di figli minori, ai fini del calcolo Isee per il reddito, fa parte del nucleo familiare anche il genitore non convivente o non sposato. A meno che uno dei due genitori risulti coniugato con un’altra persona, se ha figli con un’altra persona, se non sia più in possesso della potestà, se c’e’ un assegno di mantenimento o quando risulti accertato in sede giurisdizionale o dai servizi sociali la estraneità in termini di rapporti affettivi ed economici.

DOMANDE PER IL REDDITO ANCHE AI PATRONATI – Arriva la possibilità di presentare anche le richieste del reddito di cittadinanza, oltre a quelle della pensione di cittadinanza, ai patronati

Non si potranno richiedere reddito e pensione di cittadinanza se si posseggono immobili del valore superiore a 30.000 euro non solo in Italia ma anche all’estero.

RISCATTO LAUREA OVER 45 – A riscattare la laurea con le agevolazioni previste dal decretone potranno essere anche gli ultra quarantacinquenni. Resta però limite temporale del 1996. Possono cioè fruire della prevista detrazione del 50%, infatti, solo coloro che sono “privi di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995”.

AI BENI CULTURALI 551 ASSUNZIONI – In arrivo nuove assunzioni al Ministero dei Beni culturali. Per far fronte a “gravi scoperture di organico” legate alle uscite per Quota 100, si potrà procedere fino a 551 assunzioni già dal 15 luglio, scorrendo le graduatorie, e nuovi concorsi con modalità semplificate.

Decretone, ok dalle Commissioni. Sì a riscatto laurea over 45