Decreto Ristori, Governo mette il turbo

(Teleborsa) – “Nelle stesse ore in cui lavoravamo alle norme del DPCM, abbiamo lavorato per far arrivare risorse in tempi record alle categorie penalizzate. Oggi alle 15 abbiamo un CdM in cui approviamo un decreto con immediate misure di ristoro e indennizzi”. Lo ha detto, a quanto si apprende, il Premier Giuseppe Conte nel corso dell’incontro a Palazzo Chigi con le categorie.

“Il Governo si assume le proprie responsabilità ed è giusto che il suo operato sia sindacato e sottoposto a critiche, ma se perdiamo di vista l’obiettivo di marciare tutti insieme nella stessa direzione per uscire dalla pandemia, rischiamo di aggravare la situazione nel Paese”, ha aggiunto.

“Pezzo forte” del decreto sul tavolo del Consiglio dei Ministri in programma nel primo pomeriggio, dunque, i ristori a fondo perduto che arriveranno “in tempi record entro il 15 novembre”, avrebbe inoltre detto il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri nel corso dell’incontro con le categorie. Il nuovo intervento a fondo perduto avrà un funzionamento legato al meccanismo già utilizzato con il decreto Rilancio, il mese di aprile resterà il punto di riferimento: “Per alcuni settori il coefficiente sarà 1, per i ristoranti 1,5″, per altri settori potrà arrivare a 2 (quindi ristoro doppio rispetto a quanto già ricevuto). Nel decreto ci saranno anche “sostegni specifici per turismo e somministrazione”, cioè bar, ristoranti, pub.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Decreto Ristori, Governo mette il turbo