Deboli le Borse asiatiche. Moderate perdite a Tokyo

(Teleborsa) – A Tokyo, si è mosso sotto la parità il Nikkei 225, che scende con uno scarto percentuale dello 0,26%, mentre, al contrario, rimane ai nastri di partenza l’indice di Shenzhen (Shenzhen), che si ferma a 15.189 punti, in prossimità dei livelli precedenti.

I maggiori Listini asiatici sono scesi in scia alla debolezza di Wall Street, con gli investitori che temono che il più grande balzo dell’inflazione USA in 13 anni possa causare un tapering anticipato della FED. Intanto, la Reserve Bank of New Zealand (RBNZ) ha sorpreso i mercati annunciando che metterà fine al suo programma emergenziale di acquisto di obbligazioni a partire dalla prossima settimana.

In frazionale calo Hong Kong (-0,47%); con analoga direzione, sotto la parità Seul, che mostra un calo dello 0,24%.

Sui livelli della vigilia Mumbai (+0,12%); in frazionale progresso Sydney (+0,33%).

Appiattita la performance dell’Euro contro la valuta nipponica, che tratta con un modesto -0,01%. Sostanziale invarianza per l’Euro nei confronti della divisa cinese, che passa di mano con un trascurabile +0,11%. Seduta sostanzialmente invariata per l’Euro contro il Dollaro hongkonghese, che tratta con un moderato +0,11%.

Il rendimento per l’obbligazione decennale giapponese è pari allo 0,03%, mentre il rendimento del titolo di Stato decennale cinese tratta al 2,94%.

(Foto: © Thampapon Otavorn / 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Deboli le Borse asiatiche. Moderate perdite a Tokyo