Debole Piazza Affari in sintonia con le borse europee

(Teleborsa) – Milano si conferma debole, al giro di boa, in sintonia con le alle altre Borse di Eurolandia. Tra gli investitori regna un clima di incertezza mentre si ragiona oramai sull’avvio della fase 2 e la ripresa delle attività economiche.

Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,086. Nessuna variazione significativa per l’oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.683,9 dollari l’oncia. Forte riduzione del petrolio (Light Sweet Crude Oil) (-28,3%), che ha toccato 13,1 dollari per barile, a causa dello stop ai consumi per effetto del lockdown.

Sensibile peggioramento dello spread, che raggiunge quota +240 punti base, aumentando di 15 punti base, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento dell’1,93%.

Tra gli indici di Eurolandia discesa modesta per Francoforte, che cede un piccolo -0,68%, incolore Londra, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente. Sotto pressione Parigi, con un forte ribasso dello 0,85%. Segno meno per il listino milanese, in una sessione caratterizzata da ampie vendite, con il FTSE MIB che accusa una discesa dello 0,86%.

Buona la performance a Milano dei comparti sanitario (+3,45%), viaggi e intrattenimento (+3,21%) e costruzioni (+2,31%).

Nella parte bassa della classifica del listino azionario italiano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti alimentare (-3,22%), petrolio (-2,42%) e materie prime (-1,80%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Juventus (+10,70%), Amplifon (+6,49%), Diasorin (+4,78%) e CNH Industrial (+2,33%).

Giù, invece, ENI, che prosegue le contrattazioni a -3,49%.

Vendite a piene mani su Nexi, che soffre un decremento del 3,44%.

Pessima performance per Terna, che registra un ribasso del 2,44%.

Soffre Saipem, che evidenzia una perdita del 2,38%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Carel Industries (+4,85%), FILA (+4,65%), Fincantieri (+3,87%) e Tinexta (+3,81%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Saras, che ottiene -3,81%.

Sessione nera per Cattolica Assicurazioni, che lascia sul tappeto una perdita del 3,31%.

In caduta libera Mondadori, che affonda del 2,76%.

Pesante Enav, che segna una discesa di ben -2,63 punti percentuali.

(Foto: © Edoardo Nicolino | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Debole Piazza Affari in sintonia con le borse europee