Debole il settore utility italiano (-0,68%)

(Teleborsa) – Il Comparto utility in Italia si muove nella giornata odierna con un timido segno meno, in perfetta sintonia con l’EURO STOXX Utilities.

Il FTSE Italia Utilities ha aperto a quota 25.878,15, in ribasso dello 0,68% rispetto alla chiusura precedente, mentre l’indice Utilities dell’Area Euro vale 277,65, dopo aver esordito a 279,17.

Tra le azioni più importanti dell’indice utility di Milano, ribasso composto e controllato per Italgas, che presenta una flessione dell’1,17% sui valori precedenti.

Discesa modesta per Terna, che cede un piccolo -0,82%.

Pensosa Snam, con un calo frazionale dello 0,76%.

Tra i titoli a media capitalizzazione del comparto utility, composto ribasso per Falck Renewables, in flessione dell’1,23% sui valori precedenti.

Vendite su Hera, che registra un ribasso dell’1,12%.

Tentenna ERG, con un modesto ribasso dello 0,56%.

Tra le società meno capitalizzate di Piazza Affari, retrocede Alerion, con un ribasso dell’1,42%.

Debole il settore utility italiano (-0,68%)