Debole il mercato americano per i dati sulla disoccupazione

(Teleborsa) – Il listino USA continua la seduta poco sotto la parità, con il Dow Jones che lima lo 0,56%, mentre, al contrario, giornata senza infamia e senza lode per l’S&P-500, che rimane a 3.628 punti. Guadagni frazionali per il Nasdaq 100 (+0,51%); senza direzione l’S&P 100 (-0,05%).

A rallentare gli indici statunitensi sono i 778mila sussidi di disoccupazione chiesti la scorsa settimana, la seconda settimana consecutiva con le richieste in aumento da fine luglio, segno che le nuove restrizioni in parti degli Stati Uniti si stanno facendo sentire sul mercato del lavoro.

Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell’S&P 500. Nel listino, i settori energia (-1,47%), materiali (-0,85%) e beni industriali (-0,85%) sono tra i più venduti.

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Walgreens Boots Alliance (+1,21%), Visa (+0,88%) e Apple (+0,84%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Exxon Mobil, che prosegue le contrattazioni a -2,54%.

In apnea Chevron, che arretra del 2,42%.

Soffre DOW, che evidenzia una perdita dell’1,84%.

Preda dei venditori Caterpillar, con un decremento dell’1,80%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Moderna (+8,35%), Autodesk (+6,26%), Xilinx (+2,86%) e Tesla Motors (+2,50%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su NetApp, che ottiene -3,07%.

Tonfo di Liberty Global, che mostra una caduta del 2,59%.

Lettera su Liberty Global, che registra un importante calo del 2,52%.

Affonda Comcast, con un ribasso del 2,14%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Debole il mercato americano per i dati sulla disoccupazione