Debole il mercato americano dopo i dati macro deludenti

(Teleborsa) – La borsa americana viaggia ancora poco sotto i livelli della vigilia, a causa di alcuni dati macro importanti risultati peggiori delle attese del mercato. 
In particolare sono rimaste invariate le vendite al dettaglio a luglio mentre sempre nello stesso mese i prezzi alla produzione sono risultati negativi, alimentando le preoccupazioni per i livelli troppo bassi dei prezzi al consumo. In aumento le scorte e vendite all’industria mentre la fiducia dei consumatori americani elaborata dall’Università del Michigan è salita ma meno delle attese.

Il Dow Jones lima lo 0,41%, l’indice S&P-500 retrocede a 2.180 punti. Sulla parità il Nasdaq 100 (-0,19%) e l’S&P 100 (-0,31%).

Scivolano sul listino americano S&P 500 tutti i settori. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si sono manifestati nei comparti Materiali (-1,25%), Finanziari (-0,48%) e Industriali (-0,45%).

La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è Exxon Mobil (+1,13%), grazie al recupero del prezzo del petrolio. Le più forti vendite, invece, si manifestano su Du Pont de Nemours, che prosegue le contrattazioni con un -2%. Calo deciso per Microsoft, che segna un -1,08%. Pensosa Merck, con un calo frazionale dello 0,99%. Tentenna IBM, con un ribasso dello 0,94%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Debole il mercato americano dopo i dati macro deludenti