Debole il mercato americano

(Teleborsa) – Il listino USA continua la seduta sotto la parità, con il Dow Jones che cede lo 0,60%: l’indice americano prosegue in tal modo una serie negativa, iniziata martedì scorso, di cinque ribassi consecutivi. Si muove al ribasso l’S&P-500, che perde lo 0,31%, scambiando a 2.770,99 punti. Sulla parità il Nasdaq 100 (-0,15%) e l’S&P 100 (-0,34%).

A deprimere l’umore degli investitori le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. L’escalation delle ultime settimane ha portato il Governo di Pechino a rispondere ai dazi, del valore di 50 miliardi di dollari, imposti dal Presidente USA Donald Trump.

A livello macroeconomico si registra solo il calo della fiducia nel settore dell’edilizia.

In luce sul listino nordamericano S&P 500 il comparto Energia. Tra i peggiori della lista le Telecomunicazioni (-2,26%), Beni di consumo primario (-1,76%) e Sanitario (-1,04%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Chevron (+1,77%), Microsoft (+0,59%) e Exxon Mobil (+0,52%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Intel, che ottiene un -3,83%. Sensibili perdite per Procter & Gamble, in calo del 2,45%. Scivola Verizon Communication, con un netto svantaggio dell’1,79%. In rosso Walt Disney, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,47%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Tesla Motors (+3,33%), Autodesk (+2,96%), Workday (+2,79%) e Align Technology (+2,01%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Biogen -5,21%. Tonfo di Mercadolibre, che mostra una caduta del 3,27%. Lettera su Comcast, che registra un importante calo del 3,01%.

Debole il mercato americano