De Micheli: “Fase 2 sotto controllo, no assalto a treni e bus”

(Teleborsa) – Una mobilità sempre più integrata, “verticale”, con tutti i mezzi pubblici impegnanti a garantire le distanze di sicurezza, ma anche mobilità dolce, specie in città, con le bici protagoniste assolute, tanto da prevedere incentivi fino a 500 euro per il loro acquisto.

Così la ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, spiega in un’intervista a Repubblica, la fase 2 dei Trasporti, iniziata con la parziale riapertura del Paese il 4 maggio.

La ripartenza di treni, bus e metro nei grandi centri urbani è andata tutto sommato bene: non ci sono stati assalti o code, tutti i passeggeri hanno rispettato l’obbligo di indossare le mascherine e i maker per le distanze affissi su bus, tram, metro e nelle stazioni sembrano aver funzionato.

“La fase 2 è sotto controllo”, dice De Micheli, chiarendo che al momento si tratta solo di una prima parte del lavoro da fare. “Il 18 scatterà quella che potremo chiamare fase 2.1. Sulla base di quello che sta funzionando introdurremo correttivi e ulteriori modalità organizzative”, fa sapere, chiarendo di aver in programma nelle prossime ore incontri con le associazioni dei Tpl e con iul Cts per “validare procedure alternative di sicurezza”.

Al momento non sono previste multe per i passeggeri sprovvisti di mascherina che tutti hanno indossato per viaggiare sui mezzi “grazie al prezzo imposto e alla distribuzione sul territorio” sottolinea la ministra.

I primi dati indicano che “non c’è stato nessun caos trasporti. Sui treni regionali l’incremento medio è del 7%. E sui mezzi pubblici urbani non abbiamo mai superato le 15 persone in più rispetto al lunedì precedente. In tutte le città le metropolitane viaggiano sotto la capacità programmata”.

L’aumento del traffico sarà dunque “progressivo e con l’analisi dei flussi potremo governarlo”, sottolinea De Micheli che è tornata su un passaggio chiave per il futuro. “Ogni decisione dipenderà dai livelli di contagio. Evitiamo di fare come in altri paesi che poi sono dovuti tornare indietro”, ha infatti risposto in merito a possibili chiusure e blocchi in casi di nuovi focolai.

Infine, l’annuncio di incentivi per l’acquisto di biciclette “fino a un massimo di 500 euro” che “non verrà calcolato per soglie di reddito”, con un “rimborso dopo l’acquisto. È un meccanismo già sperimentato. E ai comuni – conclude – daremo soldi e regole per realizzare piste ciclabili temporanee, dove potranno circolare solo due ruote non a motore”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

De Micheli: “Fase 2 sotto controllo, no assalto a treni e bus&#8...