De Luca (Regione Campania) prende il controllo dell’Aeroporto di Salerno Pontecagnano

(Teleborsa) – Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, ha firmato il decreto che porta tre milioni e mezzo nelle casse del Consorzio Aeroporto Salerno Pontecagnano coprendone il buco di bilancio e prendendo di fatto in mano le redini dello sviluppo dello scalo, la cui società di gestione Aeroporto di Salerno, controllata dalla società consortile, dovrebbe entrare nell’orbita di Gesac, a sua volta gestore di Napoli Capodichino.

Il 10 luglio scorso il Consorzio Aeroporto Salerno Pontecagnano aveva deliberato un aumento di capitale di 5 milioni di euro. Operazione supportata da Regione Campania e Regione Basilicata e in minima parte dalla Camera di Commercio di Salerno, socio storico che ha spinto per la creazione del soggetto consortile nel lontano 1980. Sono rimasti al palo, invece, il Comune di Salerno, quelli di Bellizzi e Pontecagnano Faiano che insistono sul territorio del sedime aeroportuale, e la Provincia di Salerno.

La società consortile dispone solo di una cassa di poco superiore a 1 milione e 400mila euro. Il resto viene tecnicamente definito capitale inoptato e rilevato dalla Regione Campania, socio di maggioranza, che ora attende l’arrivo dei 40 milioni previsti dal decreto Sblocca Italia, approvato dal Governo Renzi, con il vincolo che le opere previste nel piano industriale, su tutte l’allungamento della pista di volo, siano avviate entro il 31 dicembre 2018.

De Luca (Regione Campania) prende il controllo dell’Aeroporto di Sal...