De Guindos (BCE), messaggio l’Italia: “Completi riforme e sia competitiva”

(Teleborsa) – “Il problema dell’Italia è legato anzitutto alla crescita che già prima del coronavirus era prossima allo zero. E’ una questione di produttività, di competitività e di riforme strutturali da completare”.

Lo ha detto il Vicepresidente della BCE, Luis De Guindos, in un’intervista a La Stampa, precisando che “Nel breve termine non c’è alternativa se non spendere”.

“Ma una volta che l’emergenza sarà alle nostre spalle – ha proseguito – tutti i Paesi con un alto livello di debito, e non solo l’Italia, dovranno ricominciare ad affrontare il problema della sostenibilità nel medio termine e del rispetto dei parametri comunitari”.

Poi non nasconde una preoccupazione, quella di una possibile ripresa europea a due velocità, un ritorno postvirale alla crescita che aumenti le distanze fra i migliori e i peggiori del club a dodici stelle. “Siamo pronti a ricalibrare le misure non convenzionali e i nostri programmi pandemici”, assicura De Guindos come più volte ribadito, a patto però che ci sia consapevolezza che Francoforte non è onnipotente.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

De Guindos (BCE), messaggio l’Italia: “Completi riforme e ...