Dazi, domani scattano le contromisure dell’Unione Europea

(Teleborsa) – E’ partito il conto alla rovescia all’entrata in vigore dei dazi varati dall’Unione Europea in risposta alle tariffe doganali degli Stati Uniti su acciaio e alluminio.

Ieri, 20 giugno, la Commissione europea ha adottato il regolamento che istituisce le “misure di riequilibrio dell’UE” che si applicheranno immediatamente ad un elenco di prodotti del valore di 2,8 miliardi di euro a partire da domani, venerdì 22 giugno.

L’elenco delle importazioni dagli Stati Uniti che saranno ora soggette a un dazio supplementare alla frontiera dell’UE comprende prodotti in acciaio e alluminio, prodotti agricoli e diversi altri prodotti, si legge in una nota dell’Esecutivo comunitario nella quale si ribadisce che Bruxelles “intende riequilibrare gli scambi bilaterali con gli Stati Uniti sulla base del valore delle sue esportazioni di acciaio e di alluminio oggetto delle misure statunitensi. Le suddette esportazioni hanno un valore pari a 6,4 miliardi di euro, dei quali l’UE intende riequilibrare immediatamente 2,8 miliardi di euro. Altri scambi commerciali per un valore di 3,6 miliardi di euro saranno riequilibrati in una fase successiva, fra tre anni o prima, se nel frattempo si dovesse pervenire ad un risultato positivo in sede di risoluzione delle controversie”.

I dazi imposti dall’Unione Europea saranno in vigore fintantoché si applicheranno quelle degli Stati Uniti.

“Non avremmo voluto trovarci in questa situazione. Tuttavia, la decisione unilaterale ed ingiustificata degli Stati Uniti di imporre dazi su acciaio e alluminio provenienti dall’UE non ci lascia altra scelta” ha commentato la Commissaria responsabile per il Commercio, Cecilia Malmström.

Lunga la lista dei prodotti soggetti a dazi. Granturco dolce (crudo, cotto al vapore, bollito, congelato), burro di arachidi, succo d’arancia e di mirtillo, whiskey Bourbon, sigarette, tabacco (anche da masticare), preparazioni per il make-up, t-shirt, biancheria da letto in cotone, prodotti in acciaio inossidabile (i più numerosi) e carte da gioco sono solo alcuni dei prodotti soggetti al tariffe.

Dazi, domani scattano le contromisure dell’Unione Europea