Dall’Ecofin un piano d’azione sulle sofferenze bancarie

(Teleborsa) – Il Consiglio Ecofin svoltosi a Bruxelles ha approvato il varo di un “Piano d’azione” per affrontare il problema delle sofferenze o crediti deteriorati (NPL)  iscritti nei bilanci delle banche. Obiettivo: ridurne gli stock ancora molto elevati nel settore in Europa, a prevenire il rischio che tornino ad accumularsi e, a liberare risorse da impiegare a sostegno dell’economia reale.

In questo quadro, “la Commissione europea si prepara a svolgere un ruolo attivo, spingendo per l’armonizzazione dei regimi fallimentari nazionali e lavorando, insieme alla BCE e all’EBA (l’Autorità bancaria europea) a un modello blueprint, per le società di gestione degli asset bancari”, ha spiegato il vicepresidente dell’Esecutivo comunitario responsabile per l’Euro e la Stabilità finanziaria, Valdis Dombrovskis, durante la conferenza stampa al termine dell’Ecofin.

“Abbiamo discusso di un rapporto di gestione degli NPL a livello europeo, che contiene linee guida sul ruolo della sorveglianza nel definire piani di gestione, sviluppo dei mercati secondari, sviluppo di un blueprint cioè di un meccanismo comune per bad bank a livello nazionale che secondo noi devono essere utilizzate su base volontaria dalle banche”, ha detto il Ministro dell’economia Pier Carlo Padoan.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dall’Ecofin un piano d’azione sulle sofferenze bancarie