Daimler perde terreno in Borsa su class action Dieselgate

(Teleborsa) – VZBV, la più grande associazione tedesca per la tutela dei consumatori, ha presentato una class action contro il produttore tedesco di automobili Daimler per rendere più facile agli automobilisti che possedevano auto coinvolte nel Dieselgate richiedere i danni. Daimler, nonostante le sanzioni e il richiamo di veicoli, non ha mai ammesso di aver commesso illeciti nel caso, che fa parte del più ampio scandalo sulle emissioni che ha coinvolto anche la rivale Volkswagen.

“VZBV presuppone che la procedura consentirà ai consumatori di chiedere i danni. Le parti che ritengono di aver subito un danno avranno la certezza che Daimler abbia intenzionalmente dotato diversi modelli di veicoli di dispositivi di manipolazione (delle emissioni, ndr) illegali – ha affermato Klaus Müller, direttore esecutivo dell’associazione – Nonostante i richiami delle autorità, Daimler continua a negare di aver manipolato intenzionalmente i valori delle emissioni dei suoi veicoli”. Il produttore di automobili ha affermato di considerare infondata la controversia sulle emissioni e di voler contestare la causa intentata da VZBV.

Pressione su Daimler, che perde terreno, mostrando una discesa del 2,08%, portandosi a 71,39. Attesa per il resto della seduta un’estensione della fase ribassista con area di supporto vista a 70,64 e successiva 69,9. Resistenza a 72,86.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Daimler perde terreno in Borsa su class action Dieselgate