Dai viaggi alle novità tecnologiche: le spese a cui non sappiamo rinunciare

(Teleborsa) – Dai viaggi alle novità tecnologiche, dalle sigarette allo shopping: molte le spese accessorie a cui gli italiani non sanno, o per meglio dire, non riescono a rinunciare. Questa la fotografia dell’indagine che Facile.it ha commissionato all’istituto di ricerca mUp Research in collaborazione con Norstat, condotta poco prima dell’inizio del lockdown, che ben racconta vizi e virtù di noi italiani.

All’esplicita domanda: “Quali sono le spese accessorie che incidono maggiormente sul tuo portafoglio e alle quali fai fatica a rinunciare?”, il 23% dei rispondenti, pari a 10.000.000 di italiani, ha risposto: i viaggi, percentuale che sale al 29% se si considerano i residenti al Centro Italia.

Al secondo posto si posizionano le novità tecnologiche: il 21,9% del campione, pari a 9.600.000 individui, ha ammesso di non poterne fare a meno. Medaglia di bronzo alle sigarette con il 20,9% dei rispondenti, pari a circa 9.200.000 italiani, che ha ammesso di destinare parte consistente del proprio budget a questa “brutta abitudine”. Fenomeno questo, fortemente correlato al crescere dell’età: si va dal 7,5% dei rispondenti con un’età compresa fra i 18 e i 24 anni, fino ad arrivare al 27% degli adulti con più di 55 anni.

Molti i piaceri della vita a cui gli italiani non sanno dire di no. Il 18,9% si è dichiarato maniaco delle compere, percentuale che sale al 24,5% se si considera il campione femminile. Il 15,7% dei rispondenti, invece, non riesce a fare a meno di un buon ristorante, mentre il 12,8% degli intervistati, pari a 5.600.000 di italiani, ha dichiarato di spendere una fortuna per la cura del corpo.

Molti, per fortuna, anche quelli che non riescono a dire no a cultura e intrattenimento.

I brutti vizi – Il fumo non è la sola cattiva abitudine a cui gli italiani non riescono a rinunciare. Scorrendo i dati si scopre che ben 3.900.000 nostri connazionali (8,8% del campione intervistato) dichiara di amare il brivido che dà il tentare la fortuna con giochi, lotterie e scommesse. A rispondere in questo modo soprattutto gli uomini (14,2%) e i residenti al Sud Italia, che rappresentano il 10,7% del campione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dai viaggi alle novità tecnologiche: le spese a cui non sappiamo rinu...