Da salari a nuove misure, Draghi incontra le imprese

(Teleborsa) – Dopo il confronto di ieri con i sindacati, il Premier Mario Draghi incontrerà oggi il mondo imprenditoriale. Al centro i temi legati alla difesa dei salari e le misure allo studio dell’esecutivo. L’appuntamento, a quanto si apprende, è fissato per le 10.30.

Giornata di incontri, dunque, per il Presidente del Consiglio alla vigilia del cruciale voto di domani in Senato sulla fiducia posta dall’esecutivo sul dl Aiuti. In mattinata, intanto, è previsto il Consiglio nazionale del M5S, nel quale Conte esporrà la sua posizione.

Ieri come detto, l’incontro positivo con i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Luigi Sbarra e Pierpaolo Bombardieri che hanno chiesto al governo misure a tutela del potere d’acquisto di salari e pensioni. Secondo quanto affermato a margine del colloquio, l’esecutivo avrebbe aperto ad un nuovo decreto con misure a sostegno del potere d’acquisto di salari e pensioni e famiglie. Le risorse – secondo Sbarra – potrebbero essere reperite da un aumento della tassazione degli extra-profitti delle imprese energetiche, dall’allargamento della tassazione alle multinazionali della logistica e dell’economia digitale, dal reinvestimento dell’extra-gettito Iva oltre dal destinare alla riduzione delle tasse tutto ciò che deriva dalla lotta all’evasione fiscale”. Il segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri chiede risposte immediate su inflazione e costo dell’energia”.

“Bisogna agire subito, non possiamo aspettare la legge di bilancio”, dice il leader della Cgil, Maurizio Landini, al termine dell’incontro a Palazzo Chigi. “Il Governo ha annunciato che intende fare un provvedimento entro la fine di luglio – ha spiegato –, l’unica novità è la conferma che intende farlo a luglio, ma i cui contenuti non li conosciamo.

Nuovo incontro con i sindacati, già in agenda, tra il 25 e il 27 luglio.