Da Bruxelles 500 milioni di euro a favore degli agricoltori europei

(Teleborsa) – Bruxelles stanzia 500 milioni di euro a favore degli agricoltori europei.150 milioni di euro serviranno a finanziare a livello europeo la programmazione produttiva volontaria, con l’intento di contenere la produzione e arrestare il calo dei prezzi alla stalla. La misura sarà attiva da metà settembre.

La Commissione europea ha presentato il pacchetto allo scopo di  sostenere gli agricoltori di fronte alle difficoltà di mercato in corso, in particolare sul mercato lattiero-caseario.  

Le misure sono state presentate al Consiglio dei ministri dell’agricoltura dell’Unione Europea, a Bruxelles dove ha partecipato anche il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali italiano Maurizio Martina. Il commissario UE per l’Agricoltura e lo sviluppo rurale, Phil Hogan ha dichiarato: questo pacchetto arriva in un momento di pressioni di bilancio significative e offre una risposta più robusta, e significa per sostenere gli agricoltori. Il nostro obiettivo finale è quello di vedere un recupero tanto necessario dei prezzi pagati dagli agricoltori, in modo che si possano sostentare con proprio  lavoro e possano continuare a fornire alimenti sicuri e di alta qualità per i cittadini, così come il loro contributo alle zone rurali e posti di lavoro rurali e la fornitura di beni pubblici”.

La Commissione ha inoltre stanziato 350 milioni su azioni più flessibili a livello nazionale. All’Italia vengono destinati 21 milioni di euro che potranno essere utilizzati per sostenere regimi di qualità, incentivare gli allevamenti al pascolo, introdurre misure di supporto al credito o favorire aggregazione e cooperazione tra allevatori. 

Per il comparto ortofrutticolo è stato stabilito un aumento dei prezzi di ritiro di mercato, decisione più volte sollecitata dall’Italia e che sarà definita nel dettaglio con atti delegati.

“Le proposte del Commissario Hogan – ha dichiarato a margine il Ministro Maurizio Martina – vanno nella direzione da noi indicata per dare risposte concrete agli allevatori e agli agricoltori. Finalmente non solo misure spot, ma anche potenzialmente interventi strutturali per affrontare la crisi del settore lattiero.”Da parte nostra – ha proseguito Martina – abbiamo chiesto che vengano inseriti tra le azioni ammesse anche la distribuzione gratuita di alimenti agli indigenti e la possibilità di sperimentare nuovi strumenti di gestione del rischio più vicini alle esigenze delle imprese”

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Da Bruxelles 500 milioni di euro a favore degli agricoltori europei