Cura Italia: testo invariato, alla Camera con fiducia

(Teleborsa) – Nessuno degli emendamenti presentati al “Cura Italia” (che stanzia 25 miliardi per fronteggiare la crisi innescata dalla pandemia) in Commissione Bilancio alla Camera è stato approvato: il testo resta quindi quello varato con la fiducia al Senato. Il provvedimento è atteso per oggi, mercoledì 22 aprile in tarda mattinata, in Aula a Montecitorio per il semaforo verde definitivo.

Per tutta la giornata di ieri, infatti, si è cercato, senza risultato, di trovare la quadra su un mini-pacchetto di modifiche proposte dal centrodestra, ma alla fine non sono stati trovati punti di convergenza. Ad annunciare la “fumata nera” il Presidente della Commissione Bilancio della Camera, Claudio Borghi.

Per la conversione del Cura Italia, dunque, manca solo l’ultimo step: il parere della Camera dei deputati, sul quale il Governo ha posto il voto di fiducia, come era già accaduto in Senato lo scorso 9 aprile.

Una decisione, quella del Governo, di porre la fiducia sia in Senato che alla Camera, molto criticata dalle opposizioni – Salvini e Meloni – che hanno lamentato la mancanza di un reale confronto sulle misure da adottare, in un momento così delicato per il Paese.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cura Italia: testo invariato, alla Camera con fiducia