Cuneo fiscale, in Italia al 47,8% ma inferiore alla Germania

(Teleborsa) – L’Italia è tra i cinque paesi dell’OCSE con un cuneo fiscale più elevato. Il peso di tutte le tasse che gravano sul costo del lavoro, nel 2016, è risultato pari al 47,8%. 

Un numero decisamente alto rispetto al 36% della media dei paesi dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico. Il dato emerge dal rapporto sulla tassazione delle retribuzioni pubblicato dalla stessa OCSE sul Belpaese.

Secondo il rapporto, c’è chi fa peggio dell’Italia: la Germania, seconda assoluta con un cuneo fiscale 2016 al 49,4%. Al primo posto della graduatoria, si colloca il Belgio, con il 54 per cento, mentre dopo la Germania si piazzano Ungheria (48,2%) e Francia (48,1%).

In senso opposto, il livello più basso assoluto di cuneo fiscale è il 7% del Cile, preceduto dalla Nuova Zelanda con il 17,9 per cento e il Messico con il 20,1 per cento. Basso anche in Svizzera, con il 21,8 per cento, mentre negli USA è al 31,7 per cento.

Cuneo fiscale, in Italia al 47,8% ma inferiore alla Germania