Crowdinvesting, raddoppia in Italia: raccolti 517 milioni di euro

(Teleborsa) – Dati sempre più promettenti, per il crowdinvesting italiano. Secondo il Report Italiano, realizzato dall’Osservatorio omonimo, in un anno, sono stati registrati aumenti incredibili per il mondo del crowdfunding: l’equity ha superato la soglia degli 82 milioni di euro raccolti, mentre il lending è arrivato a 435 milioni, il doppio rispetto al 2018 totalizzando un totale rispettivamente di 49 e 207 milioni.

Il Crowdinvesting, che permette di aderire a progetti attraverso una piattaforma internet abilitante a un appello per raccogliere risorse destinate ad un progetto imprenditoriale, concedendo un prestito (lending) oppure sottoscrivendo quote del capitale di rischio della società (equity). “Il crowdinvesting – spiega Giancarlo Giudici, Direttore Scientifico dell’Osservatorio – si sta dimostrando sempre più una buona opportunità sia per le imprese che vogliano finanziare le proprie attività, sia per gli investitori a caccia di rendimenti”.

Nel campo dell’equity, il mercato è dominato da startup innovative, che investono principalmente nel marketing e nel brand e nello sviluppo della piattaforma ICT. Alcune novità regolamentari sono state introdotte come la possibilità per i portali autorizzati di collocare titoli di debito e di offrire delle vetrine per la compravendita delle azioni sottoscritte. Al 30 giugno risultavano autorizzati circa 35 portali in Italia, anche se non attivate. Il tasso di successo riguardo le campagne di raccolta è del 75% nei primi 6 mesi del 2019. Il valore medio del target di raccolte, per i progetti non immobiliari è di 191.956 euro, 664.231 degli immobiliari.

Riguardo il lending, in Italia, risultano attive 6 piattaforme destinate a finanziare persone fisiche e 7 per le imprese. Sul business aumentano le piattaforme che offrono il modello di investimento diretto, dando possibilità di scelta immediata al finanziatore su come allocare i prestiti. Alcune piattaforme prevedono fondi di protezione per ripagare eventuali prestiti in sofferenza come ad esempio Younited Credit rappresenta il leader nel prestito dei privati con 220 milioni di euro. Nel prestito alle imprese, invece, Borsadelcredito.it, October e Prestacap occupano il podio, e fanno leva sugli investitori istituzionali attraverso fondi di credito, cartolarizzazioni e accordi per moltiplicare le risorse a disposizione e scalare la vetta con un volume complessivo cumulato di 156 milioni di euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Crowdinvesting, raddoppia in Italia: raccolti 517 milioni di euro