Crisi Governo: Zingaretti tiene il punto: “Serve discontinuità sulla squadra”

(Teleborsa) – Entra nelle fasi finali la trattativa Pd-M5S per la formazione di un nuovo Governo, con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che aspetta per domani, martedì 72 agosto. una risposta chiara sulla possibilità di formare un esecutivo sulla base di un programma ben definito.

Negoziati che avanzano con una certa difficoltà e con le due forze dem e Cinquestelle ferme sulle rispettive posizioni. Per il M5S l’unico nome da proporre è Giuseppe Conte, paletto non negoziabile. Ma il Segretario del Pd Nicola Zingaretti resta fermo sulle sua posizioni e ribadisce che servono “elementi di discontinuità sia sui contenuti sia su una squadra da costruire”.

“Bisogna ascoltarsi a vicenda, le ragioni degli uni e degli altri e mi auguro che nelle prossime ore ci sia la possibilità di farlo, finora non era avvenuto”, ha sottolineato il leader del Pd, che già ieri aveva espresso fiducia sui negoziati.

Lato dem, è già in agenda per la tarda mattinata una riunione dei capigruppo Andrea Marcucci e Graziano Delrio al Nazzareno, mentre è stato smentito un incontro nel pomeriggio fra il Pd ed i capigruppo M5S Francesco D’Uva e Stefano Patuanelli. Più probabile, che ognuna delle due parti voglia fare il punto della situazione prima di un nuovo incontro delle parti o di un faccia a faccia fra Luigi di Maio e Nicola Zingaretti. Il tempo stringe.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Crisi Governo: Zingaretti tiene il punto: “Serve discontinuità ...