Crisi economica, Draghi: “Siamo sull’orlo del precipizio in termini di solvibilità”

(Teleborsa) – “Le autorità devono agire urgentemente” perché “in molti settori e Paesi siamo sull’orlo del precipizio in termini di solvibilità, specialmente per le piccole e medie imprese, con i programmi di sostegno in scadenza e il patrimonio esistente che viene eroso dalle perdite”. L’allarme è di Mario Draghi, intervenuto nella veste di co-presidente del gruppo di lavoro del G30 in un rapporto preliminare dell’organizzazione sul Covid.

Il rapporto “Reviving and Restructuring the Corporate Sector post-Covid. Designing Public Policy Intervention” del Group of the Thirty, in cui oltre a Draghi siede anche Raghuram Rajan, noto economista ed ex governatore della Reserve Bank of India, si è concentrato sulla ristrutturazione delle imprese dopo l’epidemia e sulla crisi di liquidità. “Il problema è peggiore di quel che appare – ha spiegato Draghi – perché il massiccio aiuto in termini di liquidità, e la vera e propria confusione causata dalla natura senza precedenti di questa crisi, ne stanno mascherando le vere dimensioni”.

“Stiamo entrando in una nuova era – ha detto Draghi durante la presentazione del rapporto – nella quale saranno necessarie scelte che potrebbero cambiare profondamente le economie“. Lo sforzo compiuto finora “è stato ben fatto, era necessario”, ha aggiunto, ma ora occorre passare a una fase molto più delicata perché più selettiva: “Chi dovrà decidere quali compagnie dovranno essere aiutate?“, è uno degli interrogativi, ha spiegato Draghi, a cui il rapporto cerca di rispondere. Secondo il documento, I Governi dovrebbero disegnare politiche molto selettive, in qui non tutte le aziende sarebbero sostenute, ma solo quelle che possono essere redditizie dopo l’epidemia, con particolare riguardo per le piccole e medie imprese.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Crisi economica, Draghi: “Siamo sull’orlo del precipizio i...