Crisi Covid, Buffett : “Impatto estremamente irregolare e non è finita”

(Teleborsa) – La pandemia ha colpito più duramente le piccole imprese e l’onda lunga della crisi non è ancora finita. E’ quanto ha sentenziato Warren Buffett, lo squalo di Wall Street, fondatore e Ceo della finanziaria Berkshire Hathaway quotata al Nyse, in una intervista rilasciata alla Cnbc.

Parlando della crisi scatenata dalla pandemia, Buffett ha affermato che che le conseguenze economiche sono ricadute soprattutto sulle PMI, mentre le grandi imprese ed i giganti dell’e-commerce hanno saputo reggere l’onda d’urto della pandemia ed hanno fatto affari anche durante la crisi.

“L’impatto economico è stato estremamente irregolare”, ha detto il finanziere statunitense, ricordando che “molte centinaia di migliaia o milioni di piccole imprese sono state ferite in modo terribile, mentre la maggior parte delle grandi aziende ha avuto un successo schiacciante”.

Ma Buffett ritiene che la crisi “non sia finita” e che “è stata molto imprevedibile”, ma per una serie di soggetti “è andata meglio del previsto”, ad esempio per i concessionari auto che hanno realizzato profitti extra che non si aspettavano, complice la carenza dei semiconduttori.

La lezione offerta da questa pandemia? Buffettt ritiene che quello che è accaduto ha dimostrato che “il mondo è impreparato per le situazioni di emergenza” e che quella che si è verificata non è neanche “la peggiore che si possa immaginare” né l’ultima “pandemia”, in un mondo che è continuamente esposto a minacce nucleari, chimiche, biologiche ed ora cibernetiche.

“Ci sarà un’altra pandemia, lo sappiamo”, ha detto il finanziere, sentenziando che ognuna delle minacce prospettate “avrà terribili conseguenze”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Crisi Covid, Buffett : “Impatto estremamente irregolare e non è...