Crisi Covid, BCE progetta bad bank?

(Teleborsa) – La Banca Centrale europea starebbe elaborando un piano per far fronte a centinaia di miliardi di euro di potenziali crediti in sofferenza a seguito dell’epidemia di coronavirus. E’ quanto rivela l’agenzia Reuters che cita fonti a conoscenza della questione.

Obiettivo del progetto è fare da ombrello alle banche commerciali “proteggendole” da qualsiasi nuova ricaduta della crisi, soprattutto se l’aumento della disoccupazione dovesse compromettere la possibilità di rimborsare i prestiti. Proprio in quest’ottica, secondo quanto riporta una delle fonti, la BCE ha istituito una task force per esaminare l’idea di una “bad bank” , nella quale far confluire i debiti in euro non pagati.

Il progetto – che avrebbe subìto un’accelerazione nelle ultime settimane – potrebbe coinvolgere anche il MES, Meccanismo Europeo di Stabilità, in qualità di garante per la nuova entità.

BCE NON COMMENTA – Nelle scorse ore, la Presidente della Banca Centrale Europea, Christine Lagarde, in audizione alla Commissione Affari economici e monetari dell’Europarlamento, incalzata sull’ipotesi di creare una bad bank che possa “assorbire” gli asset tossici dovuti alla crisi della pandemia Covid-19, ha precisato come “la questione sia prematura”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Crisi Covid, BCE progetta bad bank?