Crisi Covid-19, ancora attive moratorie per 144 miliardi e prestiti a PMI per 173 miliardi

(Teleborsa) – Sono ancora attive le misure a sostegno di famiglie ed imprese: moratorie per un valore di 144 miliardi, finanziamenti concessi dal Fondo di Garanzia per le PMI per 173,5 miliardi e prestiti garantiti da SACE per 24,1 miliardi. E’ quanto emerge dalla periodica rilevazione effettuata dalla task force costituita da Ministero dell’Economia e delle Finanze, Ministero dello Sviluppo Economico, Banca d’Italia, Associazione Bancaria Italiana, Mediocredito Centrale e SACE.

Moratorie attive per 144 miliardi

Il monitoraggio della Banca d’Italia presso le banche, a cadenza settimanale, ha evidenziato che, al 21 maggio 2021, sono ancora attive moratorie su prestiti del valore complessivo di circa 144 miliardi, pari a circa il 52% di tutte le moratorie accordate da marzo 2020 (circa 280 miliardi). Tale importo fa capo a circa 1,3 milioni di richiedenti, tra famiglie e imprese.

Le moratorie attive a favore di società non finanziarie riguardano prestiti per circa 115 miliardi, quelle a favore delle dì famiglie ammontano a23 miliardi di euro, di cui 4 per la sospensione delle rate del mutuo sulla prima casa (accesso al cd. Fondo Gasparrini).

Le moratorie dell’ABI a favore delle imprese ammontano a circa 4 miliardi e quelle rivolte alle famiglie riguardano a circa 3 miliardi di prestiti.

Prestiti alle PMI per oltre 173 miliardi

Sulla base della rilevazione settimanale della Banca d’Italia, si stima che le richieste di finanziamento pervenute al Fondo di Garanzia per le PMI abbiano continuato a crescere fino al 21 maggio, a 1,75 milioni, per un importo di finanziamenti di circa 152 miliardi. Sono stati erogati prestiti a fronte di oltre il 92% delle domande, e a fronte di circa il 95% nel caso delle domande per prestiti interamente garantiti dal Fondo.

Il Ministero dello Sviluppo Economico e Mediocredito Centrale (MCC) segnalano che sono complessivamente 2.178.822 le richieste di garanzie pervenute al Fondo di Garanzia nel periodo dal 17 marzo 2020 al 2 giugno 2021 per richiedere le garanzie ai finanziamenti in favore di imprese, artigiani, autonomi e professionisti, per un importo complessivo di oltre 173,5 miliardi di euro.

Garanzie alle imprese per 24,1 miliardi

Salgono a circa 24,1 miliardi di euro, per un totale di 2.186 operazioni, i volumi complessivi dei prestiti garantiti nell’ambito di “Garanzia Italia”, lo strumento di SACE per sostenere le imprese italiane colpite dall’emergenza Covid-19.

Di questi, circa 8,9 miliardi di euro riguardano le prime dieci operazioni garantite attraverso la procedura ordinaria prevista dal Decreto Liquidità, relativa ai finanziamenti in favore di imprese di grandi dimensioni, mentre crescono a 15,2 miliardi di euro i volumi complessivi dei prestiti garantiti in procedura semplificata, a fronte di 2.176 richieste di Garanzia gestite ed emesse tutte entro 48 ore dalla ricezione attraverso la piattaforma digitale dedicata a cui sono accreditate oltre 250 banche, istituti finanziari e società di factoring e leasing.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Crisi Covid-19, ancora attive moratorie per 144 miliardi e prestiti a ...