Crescono gli acquisti on line per la Pubblica amministrazione

(Teleborsa) – Gli acquisti online non sono una prerogativa soltanto dei privati, anche Pubblica Amministrazione si adegua con sempre più acquisti  sul web.

Nel 2015, il valore degli acquisti sul Mercato elettronico della P.A. (Mepa), gestito dalla Consip per conto del ministero dell’Economia e delle Finanze, ha superato i 2 miliardi di euro, facendo segnare un incremento del 39% rispetto al 2014. Di questi, il 25% riguarda acquisti effettuati da Amministrazioni dello Stato e la restante parte (75%) dalla P.A. locale (enti locali, enti sanitari, università ).

Sono questi i dati rivelati dal Ministero dell’Economia che spiaga come il risultato sia stato raggiunto con un aumento, da 523 mila a 650 mila (+24%), del numero dei contratti stipulati attraverso il Mepa.

Circa il 25% dei contratti (170.665) è stato concluso con la modalità della “Richiesta di offerta” (mini gare telematiche), mentre il resto deriva da “Ordini diretti” (479.075).

In valore, i contratti conclusi con “Richiesta di offerta” pesano per il 65% (1.343 milioni di euro) rispetto al 35% di quelli conclusi con “Ordini diretti” (697 milioni di euro).

Il MEF rileva che  – oltre alla riduzione dei prezzi d’acquisto, stimata in circa 150 milioni di euro – lo strumento “ha prodotto per le amministrazioni che lo utilizzano riduzione di costi valutabili in centinaia di milioni di euro legati alla dematerializzazione del processo e alla riduzione dei tempi e costi necessari per la procedura d’acquisto”.

Sono stati oltre 39mila i ‘buyer’ pubblici che hanno effettuato almeno un acquisto nel corso del 2015  con una crescita del +19% rispetto al 2014.

Significativo anche lo sviluppo sull’offerta. I fornitori abilitati sono oggi quasi 55mila, con una crescita del +50% rispetto allo scorso anno.

Di questi il 99% è rappresentato da piccole e medie imprese (72% micro, 23% piccole, 4% medie).

Gli articoli disponibili, suddivisi in 30 bandi merceologici, hanno raggiunto la quota di 7.510.270 (+38% rispetto al 2014), confermando il MEPA come il mercato elettronico più grande d’Europa, tra quelli destinati alle amministrazioni pubbliche.

Crescono gli acquisti on line per la Pubblica amministrazione