Cresce l’occupazione nelle piccole imprese

(Teleborsa) – L’occupazione a maggio continua a fare meglio rispetto all’anno scorso, secondo quanto rileva l’Istat (+0,6%). A contribuire a questo trend positivo c’è il boom degli occupati nelle piccole imprese (+3,8%). Questo è quanto osservato dalla Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa (CNA).

Le assunzioni crescono a doppia cifra (+38,3%), mentre a livello congiunturale c’è stato un aumento dello 0,8%, rispetto ad aprile. Aumentano anche le cessazioni ma a un livello ben più basso rispetto alle assunzioni (+28,1%).

L’aumento delle assunzioni ha interessato tutte le tipologie contrattuali: il tempo indeterminato è cresciuto del 13,5%, nonostante maggio non sia un mese favorevole a questa categoria (come nei 2 anni precedenti). La CNA spiega questo trend positivo grazie all’aumento degli incentivi concessi per gli iscritti a Garanzia giovani.

Maggiore il ritmo d’incremento degli altri contratti: +25,7 % il tempo determinato, +42% l’apprendistato e +310,6% il lavoro intermittente. Il boom per quest’ultima tipologia è da ricondurre all’abolizione dei voucher, come già confermato dall’indagine congiunta Istat-Inps-Inail, anche se riguarda solo il 2,5% degli occupati.

Anche per quanto riguarda le cessazioni la crescita relativa vede in testa il lavoro intermittente (+178,9 per cento), seguito da tempo determinato (+37,4 per cento), apprendistato (+12,7 per cento) e tempo indeterminato (+6,4 per cento).

Cresce l’occupazione nelle piccole imprese