Credito Valtellinese, ok dell’Assemblea a aumento e raggruppamento

(Teleborsa) – Via libera dell’Assemblea straordinaria del Credito Valtellinese all’aumento di capitale per un importo massimo (comprensivo dell’eventuale sovrapprezzo) di 700 milioni di euro e al raggruppamento azionario

L’Aumento di Capitale costituisce uno dei pilasti del piano strategico 2018-2020, approvato dal Consiglio di Amministrazione della Banca in data 7 novembre 2017. In particolare, il Piano prevede, tra l’altro, alcune iniziative volte a migliorare il profilo di rischio e di redditività del gruppo facente capo alla Banca e l’Aumento di Capitale è strettamente connesso al raggiungimento degli obiettivi del Piano, in quanto mira a consentire alla Banca di sostenere gli impatti negativi di alcune azioni previste nel Piano e di incrementare i coefficienti patrimoniali.

L’Assemblea Straordinaria degli azionisti ha inoltre approvato il raggruppamento delle azioni ordinarie della Banca, nel rapporto di 1 nuova azione ordinaria avente godimento regolare ogni 10 azioni ordinarie esistenti, previo annullamento di azioni ordinarie nel numero minimo necessario per la quadratura complessiva dei numeri senza riduzione del capitale sociale.

Tale operazione persegue l’obiettivo di semplificare la gestione amministrativa delle azioni stesse, nell’interesse degli azionisti attuali e futuri. Nonostante il raggruppamento sia, da un punto di vista finanziario, neutro, ci si attende che possa portare benefici, in particolare alla luce dell’Aumento di Capitale, inclusa la creazione di un mercato più efficiente e liquido per i diritti durante il periodo di negoziazione.

Credito Valtellinese, ok dell’Assemblea a aumento e raggrup...