Credit Agricole, utili più che triplicati. Ma il titolo non festeggia

(Teleborsa) – Il secondo istituto quotato in Francia per attività ha riportato un utile netto di 845 milioni di euro contro i 227 milioni registrati un anno prima. Superate le stime degli analisti che erano per un profitto di 701 milioni di euro. 

Nei primi tre mesi dell’anno precedente, Credit Agricole  aveva registrato un onere di 488 milioni per ristrutturare parte del suo debito e per ridurre i costi. 

I ricavi sono aumentati del 24% a 4,7 miliardi di euro.

La solidità finanziaria rimane ad alti livelli con il tasso Tier 1 che si attesta all’11,9% a fine marzo (12,1% a fine dicembre).

Nonostante i buoni conti le azioni Credit Agricole si muovono con debolezza sulla piazza di Parigi (-0,91%) allineandosi alla debolezza mostrata dall’intero settore bancario europeo (DJ Stoxx UE -0,18%).

Segnali di rafforzamento per la tendenza di breve con resistenza più immediata vista a 14,53 Euro, con un livello di supporto a controllo della fase attuale stimato a 13,99. L’equilibrata forza rialzista di Credit Agricole è supportata dall’incrocio al rialzo della media mobile a 5 giorni sulla media mobile a 34 giorni. Per le implicazioni tecniche assunte dovremmo assistere ad una continuazione della fase rialzista verso quota 15,08.

 

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Credit Agricole, utili più che triplicati. Ma il titolo non festeggia
Credit Agricole, utili più che triplicati. Ma il titolo non fest...