Credem, con Wellbanking definisce il suo modo di fare banca

(Teleborsa) – Nel primo semestre 2020 Credem ha fatto segnare un +7,7% di prestiti a clientela +7,7% a/a, in particolare in crescita di 1,2 miliardi di euro nel periodo di picco della crisi economica. Erogati mutui casa alle famiglie per 777 milioni di euro (+15% a/a) con consistenze +9% a/a.

Per quanto riguarda la raccolta complessiva da clientela nei primi sei mesi dell’anno l’istituto di credito ha fatto registrare un +6,1% a/a, mentre per quanto riguarda la raccolta assicurativa un +2,9% a/a a 7,3 miliardi, con premi legati a garanzie di protezione vita e danni +3% a/a.

Raggiunti 40 mila nuovi clienti oltre a 112 assunzioni, con oltre 65% di neo laureati e neo diplomati.

Relazione con i clienti più semplice ed immediata anche grazie allo sviluppo del digitale, forte focus sulla consulenza nella gestione e nella protezione globale dei patrimoni e del benessere delle persone, sostegno ai progetti in grado di generare valore per le imprese e per le comunità in cui esse operano, investimenti sulle persone con smart working e formazione permanente, continuare con decisione ad investire su iniziative di sostenibilità ambientale e sociale.

Sono questi in sintesi i pilastri su cui dovrà essere costruita la banca del futuro secondo Credem, presente su tutto il territorio nazionale con oltre 600 tra filiali, centri imprese, centri small business e negozi finanziari e circa 1,2 milioni di clienti.

La strategia del Gruppo, si spiega in una nota, è stata sintetizzata in un nuovo termine, Wellbanking, che racchiude in sé i concetti di “Well” (fare bene banca), ma anche “Wellness” (stare bene in banca); in sintesi, l’impegno senza compromessi nel fare bene la Banca e Assicurazione mettendo al centro le persone, la trasparenza, l’etica e l’attenzione all’ambiente.

“Ci siamo spinti ad identificare e fare nostra una nuova parola, Wellbanking, che potesse spiegare l’impegno di Credem a fare bene il mestiere di banca e assicurazione, così da far stare bene i clienti, mettendo al centro il benessere finanziario e di vita”, ha dichiarato Nazzareno Gregori, Direttore Generale Credem. “Questo significa non solo fare bene il nostro mestiere, ma anche rendere la relazione ancora più personale e cordiale, rendendo semplice l’utilizzo di tutti i servizi, accompagnando e consigliando i clienti con lo sguardo sempre rivolto al futuro attraverso anche la grande attenzione alle persone che lavorano nel Gruppo. Ovviamente la strada è lunga e non pensiamo di essere perfetti, ma questo obiettivo rappresenta un impegno concreto e quotidiano da parte della nostra banca e delle nostre persone. Una promessa che facciamo ai nostri clienti”, ha concluso Gregori.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Credem, con Wellbanking definisce il suo modo di fare banca