Covid, Russia: vaccino Sputnik V efficace al 92%

(Teleborsa) – Il vaccino russo Sputnik V ha unefficacia del 92% nel proteggere le persone dalla Covid-19 secondo risultati provvisori resi noti dal fondo sovrano del Paese. La Russia aveva registrato il vaccino in questione ad agosto, diventando il primo paese a farlo, sebbene l’approvazione sia arrivata prima dell’inizio della sperimentazione su larga scala a settembre.

I risultati per Sputnik V si basano sui dati dei primi 16.000 partecipanti alla sperimentazione, che hanno ricevuto due dosi del vaccino, ha affermato il fondo sovrano russo, che ha sostenuto economicamente il vaccino e si sta occupando della sua commercializzazione a livello globale. Soltanto 20 dei 16.000 volontari che hanno ricevuto entrambe le dosi del vaccino o del placebo avrebbero contratto la Covid-19.

Lo studio di fase tre del vaccino, sviluppato dall’Istituto Gamaleya, si sta svolgendo in 29 cliniche in tutta Mosca e coinvolgerà 40.000 volontari in totale, di cui un quarto riceverà un’iniezione del placebo. La sperimentazione continuerà per altri 6 mesi e i dati dello studio saranno pubblicati anche su una rivista medica internazionale.

L’annuncio russo arriva a due giorni di distanza da quello diPfizer, che aveva evidenziato un’efficacia di circa il 90% del vaccino che sta sviluppando con l’azienda tedesca BioNTech .

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, Russia: vaccino Sputnik V efficace al 92%