Covid, Germania allenta le misure per chi arriva da Gran Bretagna e India

(Teleborsa) – Il governo tedesco è pronto ad allentare le misure restrittive per gli ingressi da Paesi finora considerati ad “alto rischio variante” come Portogallo, Gran Bretagna, Irlanda del nord, Russia, India e Nepal. Secondo quanto annunciato dal Robert Koch Institute, incaricato di monitorare l’andamento della pandemia nel Paese, l’allentamento delle misure inizierà domani.

La Gran Bretagna era stata inserita da Berlino nelle aree a rischio a partire dal 23 maggio. Queste aree diventeranno ora zone ad “alta incidenza Covid”. Fino ad ora, chi proveniva da questi Paesi era costretto a una quarantena di 14 giorni.


Nel frattempo, ieri, il premier britannico Boris Johnson ha annunciato l’abolizione di ogni misura anti contagio nel Paese. A partire dal prossimo 19 luglio, definito il “giorno della libertà” in Gran Bretagna non ci saranno più obblighi legali sul distanziamento o sull’uso di mascherine, neanche al chiuso. L’obiettivo del premier è mettere fine entro le prossime due settimane ai divieti ancora in vigore sui locali notturni, allentare le limitazioni per cinema, teatri, concerti, eventi di massa e cancellare ogni direttiva vincolante sulle mascherine nei luoghi pubblici al chiuso con il “suggerimento” di continuare a indossarle volontariamente sui mezzi di trasporto o in ambienti affollati. Abolito anche l’obbligo di distanziamento interpersonale di almeno un metro e l’obbligo di smart working.Per Johnson bisogna restituire alla gente “l’esercizio del giudizio individuale informato”, nella consapevolezza che il Covid non è definitivamente battuto, ma non potrà nemmeno essere azzerato.

Mentre diversi Paesi abbassano la guardia in Europa incombe lo spettro delle varianti. Oltre alla “Delta” importata dall’India, a preoccupare è anche la Lambda rilevata per la prima volta in Perù nel dicembre 2020. Scientificamente nota come C.37 tale variante si è diffusa in 30 nazioni in quattro continenti (Europa, America, Africa e Oceania). In Perù – stando ai dati diffusi dall’Oms – nei mesi di maggio e giugno ha rappresentato l’82% dei casi e in Cile, rappresenta quasi un terzo dei nuovi contagi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, Germania allenta le misure per chi arriva da Gran Bretagna e In...