Covid, Ferretti: “In Europa serve un nuovo ‘Whatever it takes’ a livello sanitario”

(Teleborsa) – “La battaglia contro la pandemia non si può vincere utilizzando le armi tradizionali dei lockdown ‘stop and go’. Questa partita la si vince solo a livello europeo, cercando di trasferire ciò che è già stato fatto a livello di emergenza economica nell’emergenza sanitaria. Servono cose eccezionali, serve un nuovo Whatever it takes a livello sanitario“. Questa la strategia proposta dall’economista e docente della Innovation Academy Trentino, Andrea Ferretti per combattere il Covid.

Tre i motivi per i quali, secondo Ferretti, lo strumento del lockdown non può essere efficace. “Dal punto di vista psicologico – spiega l’economista questi lockdown non saranno tollerati ancora per molto. Dal punto di vista economico sono molto dannosi perché inoculano il virus più pericoloso che è l’incertezza. Infine, sul fronte politico genereranno delle fortissime tensioni perché sono molto strumentalizzabili dal punto di vista elettorale”.

Essenziale per vincere questa sfida è, per Ferretti, puntare con la massima decisione e urgenza sulla vaccinazione di massa. “Oggi solo il 5% degli europei – sottolinea l’economista – ha ricevuto la prima dose e solo il 3% ha ricevuto ambedue le dosi. Certamente troppo poco”.

In sostanza, se dal punto di vista economico è stato fatto tanto, sul fronte sanitario la strada sembra ancora lunga e necessità di un’inversione di tendenza. “I 1700 miliardi erogati dalla Bce a sostegno di banche e imprese; la sospensione del Patto di stabilità; il Recovery Fund, primo tentativo europeo di debito condiviso; – rileva Ferretti – sono cose che erano impensabili fino a pochi giorni fa e oggi sembrano un cumulo di banalità. Subito, dunque, – questo l’appello lanciato dall’economista – più Europa a livello sanitario, subito vaccini autorizzati a livello europeo dall’Ema con il sistema dell’autorizzazione di emergenza, subito rapporti con le grandi case farmaceutiche trattati a livello di Commissione europea facendo sentire tutto il peso dell’Europa”.

“Diceva Sergio Leone: ‘quando l’uomo con la pistola incontra l’uomo con il fucile, l’uomo con la pistola è un uomo morto’. Il fucile – conclude Ferretti – l’Europa ce l’avrebbe, il problema è se lo vuole usare”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, Ferretti: “In Europa serve un nuovo ‘Whatever it ta...