Covid, Cts: no a lockdown nazionale, restano sul tavolo le chiusure nei weekend

(Teleborsa) – Palazzo Chigi ha escluso la possibilità di un lockdown nazionale per contenere il contagio da Covid-19 nel Paese, una soluzione che non è stata richiesta dal Comitato tecnico-scientifico che si è riunito ieri. Restano sul tavolo invece altre misure restrittive, come una stretta per i weekend – sul modello di Natale – e limitazioni maggiori per le zone gialle.

Il Cts ha posto l’accento anche sulla necessità di ridurre l’incidenza del virus per ristabilire il contact tracing e su quella di potenziare il sequenziamento del virus per individuare più rapidamente le varianti. Tra le ipotesi sottoposte all’attenzione del governo anche un passaggio automatico alla zona rossa una volta superata la soglia, in una settimana, di 250 casi su 100 mila abitanti senza il bisogno che il provvedimento sia firmato dal presidente della Regione, come previsto ora dal Dpcm. Sul fronte vaccini, invece, la task force per l’emergenza ha sottolineato che occorre estendere la campagna vaccinale a più soggetti possibili, nei tempi più brevi possibili. Al termine della riunione è emerso che decisioni da parte dell’esecutivo sulle eventuali nuove misure non saranno comunque prese a breve.

Nel frattempo, la Provincia Autonoma di Bolzano ha deciso che prolungherà di “almeno una settimana” il lockdown in Alto Adige. “Anche se i numeri complessivamente stanno calando, la situazione in terapia intensiva resta critica”, ha spiegato il presidente Arno Kompatscher.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, Cts: no a lockdown nazionale, restano sul tavolo le chiusure ne...