Covid-19, ENAC richiama compagnie a rispetto diritti passeggeri

(Teleborsa) – In seguito all’entrata in vigore del Dpcm dello scorso 3 novembre l‘Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (Enac) ha inviato una lettera alle compagnie aeree che operano voli da e per il territorio italiano richiamandole al “rispetto dei diritti dei passeggeri che non possono usufruire dei biglietti aerei gia` acquistati a causa delle nuove misure per il contrasto e il contenimento dell’emergenza da Covid-19 disposte dal Governo a protezione della salute dei cittadini”. Le nuove restrizioni limitano, infatti, la circolazione delle persone fisiche da e per alcune Regioni italiane, situate nelle zone rosse e arancioni. Le compagnie – sottolinea l’Enac in una nota – hanno tuttavia l’obbligo di rimborsare i passeggeri con voli programmati sugli aeroporti situati in queste zone, che, per motivi indipendenti dalla loro volonta`, non possono usufruire del volo.

L’Enac – fa sapere l’Ente in una nota – ha ricevuto varie segnalazioni da parte di passeggeri che si sono visti negare il rimborso dei biglietti che non possono essere utilizzati a causa di tali limitazioni.

Per rimarcare le nuove disposizioni vigenti nel nostro Paese, a tutela dei diritti dei passeggeri del trasporto aereo, come da regolamenti comunitari di riferimento, l’Enac ha scritto al contempo anche alle associazioni di settore IBAR (Italian Board of Airline Representatives) e IATA (International Air Transport Association).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid-19, ENAC richiama compagnie a rispetto diritti passeggeri