Cose belle d’Italia sospesa in Borsa. CdA delibera scioglimento

(Teleborsa) – Borsa Italiana annuncia che Cose Belle d’Italia è sospesa dalle contrattazioni in Borsa. Il provvedimento arriva dopo che la società che gestisce la borsa aveva annunciato ieri una sospensione temporanea in attesa di comunicato.

Si è riunito ieri il CdA della società, quotata sul MTA, ed ha approvato la situazione patrimoniale al 29 febbraio 2020, che evidenzia un patrimonio netto negativo di circa 265 mila euro, inferiore al minimo legale previsto a fronte di un capitale di sociale di circa 1,6 milioni di euro.

Un peggioramento che è derivato dalla crisi sanitaria scatenatasi a livello internazionale, che ha reso impossibile elaborare un piano in continuità e di rilancio del Gruppo. Pertanto, gli amministratori, preso atto dell’impossibilità sopravvenuta di conseguire l’oggetto sociale, hanno deciso di sciogliere la società ai sensi dell’art. 2484 del codice civile.

Il Consiglio di Amministrazione ha dato mandato al Presidente del Consiglio di Amministrazione di procedere alla convocazione dell’assemblea straordinaria degli azionisti per il prossimo 28 aprile 2020 in prima convocazione e per il prossimo 7 maggio 2020 in seconda.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cose belle d’Italia sospesa in Borsa. CdA delibera scioglimento