Corte dei Conti, scarsa attenzione PA su procedure per appalti e contratti secretati

(Teleborsa) – Scarsa attenzione delle Amministrazioni Pubbliche sui cosiddetti “contratti secretati”. Lo dice una relazione della Corte dei Conti al Parlamento, stilata su un’indagine che ha preso in considerazione la gestione di quei contratti caratterizzati da particolari misure di sicurezza per il periodo che va dal 2015 ad aprile 2016, prima dell’entrata in vigore il nuovo Codice degli Appalti, che prevede speciali procedure per questa categoria di contratti ed appalti.

Oggetto della presente indagine sono stati i 241 atti negoziali trasmessi alla Corte da sei amministrazioni statali (Infrastrutture e trasporti; Difesa; Affari esteri e cooperazione internazionale; Giustizia; Politiche agricole, alimentari e forestali; Interno).

“L’indagine ha messo in evidenza, in particolare, la scarsa attenzione prestata dalle amministrazioni predette nell’utilizzo delle specifiche procedure previste per l’affidamento dei contratti di opere, forniture e servizi per i quali, ai fini della sicurezza dello Stato, sia riconosciuta l’esigenza di garantire la riservatezza”, sottolinea la relazione.

Va ricordato che lo scorso anno è stato stipulato un accordo fra Corte dei Conti ed Anticorruzione per accrescere la collaborazione nella vigilanza e controllo sui cosiddetti “contratti secretati”, ovvero sulle opere e servizi la cui esecuzione sia accompagnata da speciali misure di sicurezza. 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Corte dei Conti, scarsa attenzione PA su procedure per appalti e contr...