Coronavirus: ultimo giorno in zona arancione, da domani Italia di nuovo in rosso

(Teleborsa) – Oggi ultimo giorno di zona arancione prima di tornare in zona rossa fino al 3 gennaio. Come negli ultimi due giorni, quindi, libertà di spostamento all’interno del proprio comune – ad accezione per coloro che abitano nei comuni con meno di 5mila abitanti per cui è possibile spostarsi fino a 30 km dalla propria abitazione anche fuori Regione, purché non si vada in un capoluogo di provincia – e possibilità per i negozi di aprire fino alle 21. Bar e ristoranti restano chiusi, ma ok ad asporto e ordinazioni a domicilio fino alle 22.

Si può andare a fare visita a parenti e amici oltre a trasferirsi nelle seconde case in regione (anche se presa in affitto). In massimo due persone (senza contare i minori di 14 anni e le persone con disabilità e non autosufficienti) una sola volta al giorno, si può uscire dal proprio comune di residenza e andare a trovare un parente o un amico, sempre rimanendo nella proprio regione.

Anche oggi come tutti i giorni del periodo natalizio si può rientrare al proprio domicilio, muoversi per salute, urgenza o lavoro (anche varcando i confini della propria regione).

Le regole valide in merito alla possibilità o meno di andare dal fidanzato/fidanzata restano quelle dettate dal Dpcm del 3 dicembre 2020, che il governo sul proprio sito ha riassunto così “è sempre consentito il rientro nel Comune in cui si ha la residenza, il domicilio o in cui si abita con continuità o periodicità. Ciò permetterà, ad esempio, il ricongiungimento di coppie che sono lontane per motivi di lavoro ma che convivono con una certa frequenza nella medesima abitazione”.

Il rientro nella propria abitazione (residenza o domicilio) è sempre permesso.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronavirus: ultimo giorno in zona arancione, da domani Italia di nuov...