Coronavirus, paura a Pechino. Cuomo minaccia di “richiudere” New York

(Teleborsa) – Mentre l’Europa sembra tirare un sospiro di sollievo, la pandemia continua a fare danni nel mondo. Riflettori puntati in queste ore su Pechino che “non diventerà una nuova Wuhan”: questo il mantra che ripetono i media locali per tranquillizzare i cittadini e tutta la Cina, terrorizzata di rivivere l’incubo.

Nel frattempo, altre dieci aree residenziali sono state messe in quarantena nella Capitale cinese, dopo che si sono registrati 36 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, scoperti in un mercato all’ingrosso nel nordovest di Pechino, nel distretto di Haidian, dopo che la scorsa settimana era già stato chiuso il gigantesco mercato di prodotti freschi di Xinfadi nel sud della metropoli cinese.

Linea dura del Governatore di New York, Andrew Cuomo che – nel condannare aspramente le immagini di assembramenti e le migliaia di denunce presentate per il mancato rispetto delle regole – minaccia di chiudere nuovamente Manhattan e gli Hamptons, località di mare vicino alla Grande Mela rifugio dei milionari della città. Una posizione che non piace al sindaco di New York, Bill de Blasio secondo il quale “imprigionare la gente” non è la risposta, “dobbiamo trovare un equilibrio fra la sicurezza e la necessità delle aziende di riaprire”.

La pandemia, intanto, continua a marciare a passo veloce in America Latina con i contagi che hanno raggiunto quota 1.646.746.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronavirus, paura a Pechino. Cuomo minaccia di “richiudere&#822...