Coronavirus, lieve calo trend contagi e 570 morti. OMS: Pericoloso allentare restrizioni

(Teleborsa) – Sono attualmente 98.273 i malati di coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 1.396. Giovedì l’incremento era stato di 1.615. 570, invece, le vittime. I nuovi casi positivi registrati sono 3.951, 253 in meno rispetto a ieri (4.204) a fronte di 7.251 tamponi in più effettuati in un giorno. Torna dunque lievemente a scendere il trend della curva epidemica nonostante si prosegua, negli ultimi tre giorni, con un aumento costante a cavallo dei 4mila casi giornalieri. Il dato è stato fornito dalla Protezione Civile, nel consueto bollettino giornaliero. I decessi sono stati finora 18.849, i guariti 30.455, in totale – tra vittime e guariti – sono 147.577 le persone risultate positive al coronavirus nel nostro Paese. Cala il numero dei ricoverati in terapia intensiva.

La curva dei contagi mostra i risultati ottenuti grazie alle misure restrittive imposte nelle ultime settimane dal governo, “segnali positivi” che, però, non devono far cantar vittoria. Questo il messaggio mandato dal Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, nel corso della conferenza stampa sull’andamento epidemiologico dell’epidemia: “La curva ci mostra chiaramente una situazione di decrescita e questo è un segnale positivo – ha dichiarato -, ma non deve farci abbassare la guardia”.

Pericoloso eliminare le restrizioni troppo presto, questo il monito che arriva a gran voce da più parti – Alcuni Paesi stanno già pianificando la transizione dalle restrizioni ma “eliminarle troppo rapidamente potrebbe portare a una ricaduta mortale” del coronavirus. Lo ha detto il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus. “La discesa – ha sottolineato – può essere pericolosa quanto la salita se non gestita correttamente”.

Scoperto motore che fa moltiplicare il coronavirus – Descritta, intanto, la struttura del motore molecolare che permette al virus SarsCoV2 di moltiplicarsi. Il risultato, pubblicato su Science, rende più facile mettere a punto farmaci mirati contro covid-19. Il motore è l’enzima polimerasi nsp12, lo stesso che è il bersaglio dell’antivirale remdesivir utilizzato contro il nuovo coronavirus, ma nato come arma anti-Ebola. Autore della ricerca è il gruppo di Yan Gao, dell’Università Tsinghua di Pechino.

Intanto, il totale dei camici bianchi deceduti, secondo l’aggiornamento della Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo), sale a 109. Il Papa: “Medici morti come soldati al fronte”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronavirus, lieve calo trend contagi e 570 morti. OMS: Pericoloso all...