Coronavirus in Italia, cresce ancora tasso positività. Caso AstraZeneca, OMS rassicura

(Teleborsa) – Sono 15.267 i nuovi contagi da coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore a fronte di 179.015 tamponi effettuati con il tasso di positività che sale all’8,5% . Ancora alto il numero delle vittime, 354. Questi i dati del bollettino di oggi lunedì 15 marzo sulla situazione epidemica in Italia. La regione con il più alto numero di infezioni giornaliero è l’Emilia Romagna seguita dalla Lombardia.

Intanto, stop agli spostamenti verso le seconde case in Campania, dal 18 marzo al 5 aprile. E’ quanto stabilisce l’ordinanza firmata oggi dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Vietati gli spostamenti dal comune di residenza, domicilio o dimora abituale sul territorio della Campania verso le seconde case in ambito regionale, salvo che per comprovati motivi di necessità o urgenza e comunque per il tempo strettamente indispensabile“.

Notizia di giornata la sospensione in via precauzionale dell’uso delvaccinoAstraZeneca in Italia, Francia e Germania.

“C’è stata una sospensione perché diversi paesi europei, tra cui Germania e Francia, hanno preferito sospendere in presenza di alcuni recentissimi e pochissimi casi di eventi avversi in donne e giovani, e ciò ha suggerito uno stop prima delle necessarie verifiche per ripartire” così Nicola Magrini, direttore generale dell’Aifa che ha rassicurato: “Chi ha già fatto il vaccino può e deve restare sicuro. Io mi sento di dire il vaccino è sicuro, anche avendo rivisto tutti i dati” ha aggiunto Magrini intervenuto a Radio Capital,

Attesa per giovedì 18 marzo la decisione dell’EMA, in riunione straordinaria sullo stop al vaccino anti covid AstraZeneca deciso da diversi Paesi europei tra cui l’Italia per alcuni casi avversi gravi segnalati. Il comitato per la farmacovigilanza dell’Ema si riunirà nella giornata di domani per raccogliere le ultime informazioni sui casi di eventi tromboembolici sospetti, segnalati dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca. Mentre l’ indagine è in corso, “l’EMA rimane attualmente dell’opinione che i benefici del vaccino AstraZeneca nella prevenzione del COVID-19 superano i rischi di effetti collaterali” spiegano dall’Agenzia.

Rassicurazioni anche dall’OMS che ritiene che i Paesi debbano continuare ad utilizzare il vaccino di AstraZeneca. “Sfortunatamente, le persone muoiono di trombosi ogni giorno, la chiave è se questo abbia qualche legame con il vaccino. Al momento non abbiamo riscontrato che ci sia una relazione tra il vaccino e i casi di trombosi rilevati. Infatti, le percentuali di trombosi tra i vaccinati sono addirittura inferiori a quelle della popolazione nel suo complesso. Nessun farmaco è sicuro al 100%, ma bisogna tenere conto dei vantaggi di vaccinare la popolazione”. Lo ha detto Soumya Swaminathan, scienziato capo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel briefing da Ginevra

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronavirus in Italia, cresce ancora tasso positività. Caso AstraZene...