Coronavirus, De Micheli: non escludo misure oltre 3 aprile

(Teleborsa) – Nel presentare il decreto Cura Italia il Presidente del Consiglio Conte ha voluto ribadire sostegno e presenza costante del Governo, a 360 gradi. Rispondendo alla domanda se si pensa di estendere i provvedimenti oltre il 3 aprile, la Ministra dei Trasporti Paola De Micheli a Agorà su Rai3 ha risposto: “Sono valutazioni che faremo sulla base dei numeri nei prossimi giorni ma non lo escludo”.

“Garantiamo a entrambe le isole l’approvvigionamento delle merci quotidiano”, ha aggiunto sottolineando che “su questo, grazie allo straordinario lavoro degli uomini e delle donne della logistica, dei nostri camionisti che non si fermano mai continuiamo a approvvigionare le merci, alimentari e farmaci tutto il Paese”.

La Ministra ha anche precisato che “oggi usciranno le linee guida che ho concordato con i sindacati e le associazioni di categoria per la sicurezza di tutta la filiera della logistica, marittima, aerea e stradale, e su questo punto siamo riusciti a convincere i paesi europei e stranieri a dare accesso totale libero alle nostre merci perchè si sono fidati della profondità e della qualità delle nostre scelte”.

Ci vorranno misure automatiche – “Credo che per affrontare il tempo che verrà quando avremo sconfitto il virus ci vogliano il più
possibile misure automatiche che evitino alle persone aggravi burocratici”, ha detto De Micheli commentando l’ipotesi riportata da alcuni organi di stampa secondo cui il governo potrà prevedere un ‘helicopter money’, ovvero la possibilità di dare un assegno di 1000 euro a tutti coloro che guadagnano meno di 40.000 euro invece di sgravi fiscali o altre misure. “Prima di tutto gli automatismi – ha ribadito- e poi strada facendo, l’Italia con l’Europa e in Europa, vedrete che riusciremo ad affrontare il tempo che verrà dopo questa guerra che vinceremo”.

Anche l‘assegno potrebbe essere un’idea per evitare di ingolfare il sistema, le è stato fatto osservare: “esatto” ha risposto De
Micheli aggiungendo che “quando i nostri connazionali rientrano chiediamo loro di mettersi in autoisolamento. Perchè all’estero le misure sono arrivate dopo”. “Noi – ha sottolineato – stiamo organizzando un sistema per andarli a prendere ovunque, ci stiamo organizzando”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronavirus, De Micheli: non escludo misure oltre 3 aprile